Feb/12
2022

Quali sono i migliori colori per Aerografo? Sono quelli che usi sempre...

Quali sono i migliori colori per Aerografo? Sono quelli che usi sempre...

Prima di parlare in maniera approfondita questo Topic (di cui avevo descritto un aspetto, tempo fa in questo post), vorrei ringraziare Gilles, che mi ha dato questa possibilità. Ovvero, testare la linea di Colori Stardust, serie PRO, alcuni colori primari e secondari, Chameleon e Metallizati.

Ma sopratutto perchè questa occasione mi ha dato modo di prendere nuovamente in mano un aerografo...e devo essere sincero...mi mancava :>.


Premesso questo, poniamoci un momento questa domanda: quali sono effettivamente i colori migliori per l'aerografo?


Quelli con microflakes diamantati o con tinte candy?
I Perlescenti oppure Chameleon con le loro varietà di sfumature?

Quelli a base d'acqua che non ti uccidono? I resistenti colori a solvente?

Tutti aspetti giusti da considerare, eppure alla fine, per un Artista o per chi fa questo di Mestiere la risposta è sempre e solo una: I colori migliori, sono quelli che sai di poter utilizzare su qualsiasi superficie sia necessario. In qualsiasi ambiente. Con le risorse che hai a disposizione (ambientali e monetarie...).

Confusi?

Eppure quando si disegna con un Aerografo, il fattore "colore" è fondamentale.
Avere dei colori che hanno i seguenti vantaggi, a mio avviso, meritano una seria considerazione:

- Colori a base H2O, con pigmentazione mista di acrilico e pigmentazione uretanica, in medium extra fluido.
- Adesività tenace del colore su ogni superficie, da carta, pvc, metallo, stoffa.
- Possibilià di diluizione e pulizia in condizioni di temperatura caldo/freddo anche estreme senza problemi.
- Tanti colori, oltre 300, più linee speciali veramente semplici da combinare per ottenere tinte personalizzate.
- Qualità prodotto / Prezzo eccellente.

Pensate stia esagerando?
Vi assicuro, sono solamente sincero.

In tanti anni di Arte utilizzando l'aerografo, mi sono sempre...sempre, imbattuto in questo ostacolo.
Mi spiego meglio; quando usi questo strumento, ti capita davvero di dover disegnare sulle superfici più disparate.

Tralasciando per ovvi motivi il Bodypainting a cui sono dedicati colori specifici per la pelle, ci si può ritrovare a dover disegnare su una marea di diversi supporti, tipo:

 

  • Gli interni in PVC o PPL degli oggetti all'interno di una macchina..
  • Parti estetiche in fibra di vetro o metallo..
  • Un casco in fibra di carbonio, piuttosto che in termoplastica..
  • Una giacca di pelle, o una Tshirt..
  • Un ritratto su carta, oppure legno..


Ognuna di queste lavorazioni, tecnicamente avrebbe dei colori specifici da utilizzare.
E non sempre, puoi utilizzarli.

Per chi come molti, lavorano in poco spazio e in ambienti non sempre adatti ad una verniciatura diventa improbabile l'utilizzo di colori Candy che notoriamente creano molto overspray e sono colori a base solventi.
Un peccato, se volevate avere quell'effetto nel vostro lavoro.


D'altro canto, utilizzare colori tecnicamente più semplici ma purtroppo con caratteristiche limitate (fino ad ora.. :>> ),può creare altre complicazioni; prima su tutte, l'impossibilità di creare mascherature anche temporanee mobili sul colore, in tempi brevi (alcune volte in condizioni estreme...diventano templi biblici..), limita e demoralizza.

E Quindi? Adesso parliamo delle vernici Stardust Colors PRO.
Qui potete visionare e scaricare comodamente il loro catalogo.




Queste mie impressioni, si basano un utilizzo estensivo dei colori Sturtust della serie PRO ed utilizzandoli con diversi tipi di aeropenne, tra cui cito Iwata CMC Plus, JVR-k1 e Paasche V.
I supporti sono stati cartorncino da disegno, carta fatta a mano, legno e plastica PPL.

Posso aggiungere altri dettagli su questa piacevole sorpresa, che sono stati questi colori.

Iniziamo con il barattolo del colore, da 60ml; il puntale si focalizza su un ugello extra fine che permette di dosare in maniera estremamente precisa la quantità di colore da versare nel boccino.

La extra fluidità è incredibile, anche e sopratutto sulle tinte micro metalliche e chameleon di cui meriterebbe parlarne in un post a parte. Le bottigliette con colori di questo tipo e con pigmentazione più pesante sono dotate della comodissima pallina all'interno del colore, che rende molto efficiente rimescolare il colore prima di versarlo nel vostro areografo.

Non avrei mai immaginato una copertura del genere, sopratutto per colori a base h20.
Il bianco ed il nero mi hanno stupito per la semplicità di diluizione e il mantenimento comunque, di un grado di copertura tale da poter creare mezzi toni semplicemente sovrapponendo più velate di colore. Se poi utilizzate tinte perlescenti o metalliche preparatevi a non credere ai vostri occhi...&#59;)

Un'altra caratteristica, normalmente ad uso specifico delle vernici a solvente è la potente adesività al supporto del colore. Anche con diluizioni elevate per poterlo utilizzare con aerografi con ago ed ugello molto sottili. In condizioni di uso su superfici tonde e verticali come ad esempio la calotta di un casco, dove la gravità e il peso del pigmento possono incidere sulla presenza di goccie o colature, il colore rimane stabile senza deformazioni e con tempi di essiccatura molto veloci. Veloci al punto di poter usare una maschera mobile già solo pochi secondi dopo aver spruzzato il colore. E pensare di appoggiare un nastrino a copertura di una zona, senza il terrore di portarsi via anche il colore sottostante al momento della rimozione del nastro.

E' stato molto divertente usare anche il colore puro, con pressioni elevate.
Non solamente per la ovvia estrema rapidità di essiccazione, e conseguente possibilità di mascheratura (anche su superfici non piane) quasi immediata, ma sopratutto per poter vedere immediatamente le tonalità dei pigmenti Sturdust, veramente belle tinte e semplici da mischiare con altri toni della stessa serie.

Quindi, facendo un pò di tests...

(Nota: prego fare caso all'angolo rotto in alto a sinistra della foto dove si vede che.. manca un pezzo del supporto di phaesite che ho usato per questa opera.. &#59;D
..non avevo tempo...:)):)):)) )

ArteKaos Art

artekaos art

ArteKaos Art


Quindi, premesso questo.. posso affermare con assoluta sincerità, che questi colori si pongono sul podio della rosa di brands che ho provato in molti anni di attività e divertimento. Mi sono ritrovato con mia grande sorpresa ad avere il "Jolly"!
Quei colori robusti e con super tinte, che posso usare dappertutto e per qualunque lavoro.

Come sempre, se avete domande su colori per aerografia, chiedete pure ai ragazzi di Stardust Colors; saranno felici di rispondere a tutte le vostre domande.

No feedback yet